↑ Torna a TARGET CROSS®

Manufactory

Manufactory logo targetcross

Distinta Base

  • Definizione distinta base a illimitati livelli.
  • Gestione delle versioni e revisioni distinta (sull’intera distinta monolivello e non sui singoli componenti) con possibilità di definire le illimitate versioni storiche, la versione attuale e le illimitate versioni future.
  • Gestione distinta base per quantità di riferimento (diversa dall’unità, vedi ricette alimentari, chimiche etc.).
  • Definizione del componente impiegato in una delle illimitate unita di misura definite sul componente stesso.
  • Possibilità di utilizzare i componenti inseriti ai fini:
  • Della produzione
  • Della valorizzazione distinta
  • Della stampa valorizzata
  • Possibilità di definire la provenienza del componente (se fornito dal magazzino, dal terzista o calcolato da formula).
  • Possibilità di definire la posizione in distinta, la posizione di montaggio, le note di montaggio, le informazioni dimensionali,  il codice del ricambio e le possibili alternative.
  • Possibilità di definire componenti parametrici, ovvero definire attraverso l’uso di formule il codice del componente, la quantità di impiego, la validazione del componente, il deposito di prelievo, il costo.
  • Possibilità di valorizzazione componenti secondo impostazioni configurate.
  • Possibilità di gestire gruppi fantasma (semilavorati virtuali o premontaggi).
  • Gestione della distinta cicli di lavorazione con possibilità di inserimento di illimitati cicli di lavoro.
  • Per ogni ciclo di lavorazione possibilità di definire se ad esecuzione interna o esterna.
  • Per i cicli interni possibilità di attribuire i tempi di esecuzione in unita di misura variabile (ore, minuti, secondi, centesimi di secondo), suddivisi tra tempi fissi e tempi variabili, tempi macchina e tempi operatore.
  • Possibilità di descrivere in modo capillare ciascuna operazione compiuta sul ciclo di lavoro con attribuzione del centro di lavoro, eventuale macchina e classi di personale coinvolto.
  • Per le fasi ad esecuzione esterna, possibilità di specificare il fornitore standard, il prezzo della lavorazione.
  • Possibilità di descrivere in modo esteso la lavorazione.
  • Possibilità di collegare a ciascun ciclo di lavoro i componenti necessari all’esecuzione del ciclo.
  • Utilizzo dei semilavorati virtuali per il passaggio tra fasi interne ed esterne (necessari per eventuale bollettazione al terzista).
  • Possibilità di definire attraverso formule, il ciclo di lavoro, il tempo fisso e variabile macchina, il tempo fisso e variabile operatore, il centro di lavoro e la macchina.
  • Possibilità di implosione e esplosione scalare sia in consultazione che in stampa.
  • Interfaccia di navigazione sui rami di distinta, a qualsiasi livello.
  • Stampe valorizzate e non valorizzate sia della distinta monolivello che scalare, sia con cicli di lavoro che senza.
  • Interfaccia di sostituzione automatica di componenti.
  • Possibilità di definire distinte base a ricette: definizione della quantità di impiego dei componenti in percentuale con controllo della chiusura a 100 dei componenti in ricetta
  • Definizione distinta base a illimitati livelli.

Configuratore di prodotto a varianti

  • Informazione non disponibile

Ordini di produzione e C/L esterno

  • Incapsulamento nell’ordine della distinta base e della distinta cicli in validità in quel momento (quindi non vincolati alla distinta base). Possibilità di personalizzare per il singolo ordine, componenti e cicli di lavorazione. All’atto dell’emissione, se tra i componenti sono presenti gruppi fantasma, questi vengono esplosi fino ad ottenere componenti elementari o semilavorati effettivi.
  • Gestione delle date di inizio e fine prevista (attraverso la valutazione dei gg di lead time del prodotto finito) e della data di inizio e fine effettiva.
  • Possibilità di effettuare prelievi manuali o prelievi automatici ad esecuzione ciclo di lavoro.
  • Gestione impegno e disimpegno componenti automatica.
  • Gestione dell’avanzamento fasi di lavoro.
  • Emissione di ordini di conto lavorazione, DDT di invio in conto lavorazione, DDT di reso lavorato e contestuale avanzamento di ciclo esterno.
  • Possibilità di chiusura anticipata dell’ordine di produzione, con restituzione dei materiali non utilizzati al magazzino.
  • Possibilità di sopraevasione dell’ordine con prelievo automatico dei componenti necessari.
  • Consultazione di tutti i movimenti di magazzino dell’ordine di produzione.
  • Valorizzazione a preventivo e consuntivo dell’ordine di produzione.
  • Possibilità di esplosione ordini di produzione derivanti da un ordine di produzione padre già emesso, senza valutazione dei fabbisogni (Produzione dedicata).

MPS & MRP

  • Gestione del piano di produzione (MPS), con la possibilità di:
  • Definire a priori gli articoli inseribili in MPS
  • Filtrare il piano di produzione per tipologia di MPS
  • Assegnare una commessa alle righe di MPS
  • Definirne la data di inserimento e la data di consegna prevista
  • Seguire lo stato avanzamento di ciascuna riga di MPS in tempo reale
  • Il piano di produzione può essere inserito manualmente, oppure generato in automatico dalle seguenti procedure:
  • Analisi del disponibile scalare
  • Analisi del sottoscorta
  • Analisi degli indici di rotazione
  • Gestione dell’ MRP I ( pianificazione e approvvigionamento materiali ) con le seguenti caratteristiche tecniche:
  • MRP a illimitati livelli
  • Memorizzazione di ciascuna sessione di MRP
  • Gestione del LOW LEVEL CODE
  • Analisi delle formule impostate sulla distinta base
  • MRP parametrizzabile secondo le seguenti preimpostazioni:
  • MRP se lanciato da MPS si limita a valutare i soli prodotti inseriti in MPS
  • Utilizzo del lotto minimo o economico per le proposte d’ordine a fornitore o alla produzione
  • Mantiene i legami ordini di produzione padri e figli, senza effettuare accorpamenti di fabbisogno per data ( MRP di commesse)
  • MRP globale ( tutti gli articoli ) anche se proveniente da MPS
  • MRP di verifica su singoli articoli o gruppi di articoli
  • Al momento del lancio è possibile dare le seguenti impostazioni :
  • Valutazione a giacenza, a scorta minima , a punto di riordino o secondo impostazioni predefinite sul singolo articolo
  • Monolivello o scalare
  • Tutti i depositi o solo i depositi inclusi nel calcolo dell’MRP
  • Possibilità di schiacciare sulla disponibilità iniziale gli impegni clienti, gli impegni di produzione, gli ordini a fornitore, i carichi di produzione.
  • Dal calcolo dell’MRP, attraverso la valutazione della lista ( a video ) dei fabbisogni, possiamo;
  • Consultare tutte le informazioni relative ad ogni singolo articolo ( Giacenze, caratteristiche, disponibilità scalare, informazioni statistiche, etc. )
  • Generare gli ordini di acquisto, con la possibilità di valutare i fornitori alternativi all’abituale, valutarne condizioni economiche, etc.
  • Generare gli ordini di produzione suggeriti dalla procedura
  • Emettere gli ordini di conto lavorazione
  • Tutte le operazioni effettive eseguite sulla sessione di MRP, aggiornano la lista dell’MRP, in modo da poter garantire da eventuali errori degli operatori.
  • In corredo all’MRP vengono anche forniti i seguenti tabulati:
  • Stampa del risultato dell’MRP
  • Stampa delle proposte d’ordine a fornitore e alla produzione
  • Analisi criticità articoli

Budget di produzione

  • Gestione delle previsioni di produzione (da ordinato cliente, storico del prodotto) mensile e settimanale
  • Gestione delle previsioni per articoli generici e controllo delle previsioni sui codici specifici collegati
  • Analisi dei fabbisogni per le previsioni
  • Controllo copertura delle consegne sulla base delle previsioni

Costi di produzione analitici

  • Analisi dei costi analitica, indipendente dalla struttura della distinta base ( dettaglio costo tenendo in considerazione tutti i livelli della distinta base)
  • Dettaglio articolato in costi materie prime, costi lavorazioni esterne, costi lavorazioni interne
  • Dettaglio dei costi delle lavorazioni interne articolato per ogni combinazione di Centro e Classe di personale utilizzato
  • Valorizzazione della distinta base (costi preventivi) e degli ordini di produzione ( costi effettivi – costo ultimo ) con il suddetto livello di analisi
  • Vengono interessati da questo livello di dettaglio le seguenti forme di costo
  • Costo Ultimo
  • Costo Standard
  • Costo Produzione

Carico macchine a capacità infinita

  • Visualizzazione del carico per centro di lavoro
  • Possibilità di spostamento cicli tra centri di lavoro alternativi e aggiornamento dei cicli degli ordini di produzione

Planning di produzione

  • Informazione non disponibile

Diagramma di Gantt

  • Visualizzazione su Gantt dell’occupazione dei cicli
  • Possibilità di spostamento cicli tra centri di lavoro alternativi e aggiornamento dei cicli degli ordini di produzione

Configuratore di prodotto e Distinte Basi

  • Prerequisito: gestione della produzione
  • Definizione dei parametri di configurazione legati ad articoli generici
  • Generazione della distinta base tramite formule da scheda articolo o da ordine cliente

Assegnazioni

  • Gestione automatizzata delle assegnazioni dei prodotti finiti e dei componenti al documento del cliente
  • Analisi dei fabbisogni legati al documento del cliente
  • Gestione documentazione per commessa

Generazione documenti da terminalini portatili

  • Generazione documenti (Offerte clienti, Ordini clienti, DDT emessi, Fatture emesse, Ordini fornitori) da terminalino portatile
  • Gestione della login e password dell’operatore che compie l’operazione
  • Possibilità di inserire, cancellare o modificare manualmente righe acquisite dal terminalino
  • Prezzo di vendita calcolato con la medesima modalità dei documenti
  • In generazione DDT emesso, se esistono ordini aperti per quel cliente, viene richiesto di indicare le righe ordini da  evadere

Riordino a fornitori

  • Generazione automatica del riordino fornitori in ottica commerciale
  • Tipologie di calcolo ABC per il riordino:
  • Valore vendite (assegnazione della classificazione ABC in funzione del valore di tutte le vendite per articolo nel periodo)
  • Quantità vendite (assegnazione della classificazione ABC in funzione della quantità di tutte le vendite per articolo nel periodo)
  • Numero prese (assegnazione della classificazione ABC in funzione del numero di volte in cui l’articolo è stato movimentato in uscita nel periodo)
  • Giorni di copertura per valore articolo
  • Classificazione tipologia ABC per deposito
  • Gestione articoli sostitutivi
  • Generazione automatica Ordini o richieste d’offerta a fornitore
* TARGET CROSS® è un prodotto di Cross Software Ltd – Malta, distribuito e sviluppato in Italia da Four Solutions s.r.l – Modena

Permalink link a questo articolo: http://www.2esseti.it/prodotti/target/manufactory/

Gentili Clienti e Fornitore, stiamo lavorando all'aggiornamento delle informazioni e ci scusiamo se alcune sezioni o collegamenti potrebbero non essere attivi o incomplete.